ISIDE | l'aria che tutto abbraccia

Ideazione | Coreografia | 2018                 

Stellario Di Blasi

Performer

Laura Giuntoli, Silvia Oteri e gli studenti dell'I.I.S. Zerboni di Torino

Costumi                                            

Gli studenti dell'I.I.S. Zerboni di Torino

Gioielli

Gli studenti dell'I.I.S. Zerboni di Torino

 

Con il sostegno di                               

I.I.S. Romolo Zerboni di Torino, Scuola San Carlo di Torino, Piemonte dal Vivo / Lavanderia a Vapore di Collegno, Pindoc Onlus, Lab. Artist di Miriam Giuffrè

Seguendo il concetto del “disvelare”, in un perpetuo gioco reciproco, la performance ci invita a entrare in un mondo manifesto, atavico e attuale al tempo stesso.

Attraverso il flusso della danza, nell’uso del gesto, nell’essenza del corpo, vengono evocati gli oggetti, gli alberi, le colline, i fiumi, il mare, come pure gli altri esseri umani ed anche noi stessi, i nostri corpi, le nostre reazioni emotive.

Si tratta di suggestioni che evidenziano ciò che costituisce la forma del mondo, non quella vera, quella reale che tutti noi crediamo di vedere ma il flusso del cambiamento.

Iside, madre di tutte le cose, rivelatrice della forza di una donna che ama e del potere della sofferenza che tutto trasforma, ci permette di veicolare,

toccare e vedere, nel mito, le cose come esse sono e come sono state sempre:

trasmettendoci anche il fascino intrinseco della continua metamorfosi prodotta dal trascorrere del tempo.

Archetipo per eccellenza dell'anima compagna, Iside ricompone i pezzi di un amore incontrollato.

Un culto straziante e dolente che volge l’animo alla gioia quando si leverà il giorno in cui dovremo viaggiare verso quella terra che ama il silenzio, sospesi e avvinghiati da ali...

… mentre il cielo si muove e l’aria che tutto abbraccia si abbandona alla forma continuamente mutevole della vita.